Studi umanistici e tecnici

«Se gli uomini persistessero nell’insegnare nient’altro che lingue morte in una comunità in cui ciascuno è spinto a fare vementi discorsi per mantenere o aumentare le proprie fortune, il risultato sarebbe un insieme di cittadini molto erudito, ma anche molto pericoloso. Poichè la loro condizione politica e sociale li porterebbe ogni giorno ad avere un desiderio che, non soddisfabile tramite l’insegnamento tecnico che essi non hanno mai ricevuto, diverrebbe quindi di pericolo per lo stato, nel nome degli antichi ideali Greci e Romani, piuttosto che di arricchimento tramite i meccanismi produttivi.

È evidente che in una comunità democratica l’interesse del singolo così come la sicurezza della comunità richiedono che la maggior parte dei cittadini riceva un’educazione scientifica, commerciale e industriale piuttosto che umanistica. I classici greci e latini non dovrebbero essere insegnati in tutte le scuole; ma è importante che coloro i quali, per fortuna o disposizione naturale, sono destinati a portare avanti il tesoro letterario, possano trovare delle scuole in cui la conoscienza antica sia pienamente raggiungibile e in cui possano essere formati dei completi letterati.»

 Alexis de TocquevilleLa democrazia in America (testo integrale)

Studi umanistici e tecnici

Un pensiero su “Studi umanistici e tecnici

  1. vero! la Cultura con la C maiuscola deve essere appannaggio di una elite!
    è giusto che alcuni sappiano fare, ed altri sappiano comandare quelli che fanno.
    :-p

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...