L’orologio dell’apocalisse

Vengo a conoscenza solo ora dell’esistenza dell’orologio dell’apocalisse. Il nome è piuttosto inquietante, e la sua funzione è quella di tenere costante l’attenzione del mondo sui pericoli di una guerra nucleare, che segnerebbe la fine della razza umana (la mezzanotte dell’orologio).

 

doomsday-clock.jpg

 

Dato il nostro periodo storico, non c’è da stupirsi sentendo che il Bulletin of Atomic Scientists (BAS, l’ente che lo mantiene) ha deciso di spostare le lancette avanti per il sempre più pressante pericolo derivato dai test della Corea del Nord, dalla situazione precaria in Russia e Pakistan e dagli intenti di Al Qaeda. L’annuncio verrà dato il 17 gennaio da importanti scienziati tra cui anche Stephen Hawking. Speriamo che qualcuno si scuota e si opponga a questo degenerare di violenza. Io avrei preferito non vedere questo scatto della lancetta…

L’orologio dell’apocalisse

2 pensieri su “L’orologio dell’apocalisse

  1. Anch’io sono venuto a conoscenza un paio di giorni fa, non ricordo dove e come, forse internet o tv o rivista scientifica, ( ah! adesso ricordo: sono abbonato in rete alla newsletter di Le Scienze) dell’esistenza di questo “Orologio dell’Apocalisse”. Sono sconcertato e terrorizato dallo spostamento della lancetta: quindi, se non sbaglio, manca solo una tacca, un solo passaggio, 5 minuti a mezzanotte, e poi, e poi si scatenerà l’apocalisse. Se questo è l’annuncio dato poi da eminenti scienziati, c’è veramente da crederci. Spero che tutto il mondo faccia qualcosa, ma tutti, proprio tutti, dato che, come al solito, i potenti, i pochi potenti della terra (abituati a divertirsi con le loro armi letali: loro si annoiano se non vedono scorrere il sangue), potrebbero facilmente causare l’apocalisse e se ne fregano. Sembra la trama di un film dell’orrore, ma, purtroppo, è la realtà e l’ipotesi è mille volte più orrenda dell’immaginabile umano.

  2. Antonio Giannini ha detto:

    La vita su questo pianeta non è eterna,questo lo sappiamo,e a scandirla ci sono le lancette di questo orologio dell’Apocalisse che incombe su di noi come una minaccia,come una bomba-appunto-a orologeria.
    Il punto è che l’uomo è stanco di sè stesso ed è diventato troppo pigro ai cambiamenti come quello climatico(inserito nelle statistiche del Doomsday Clock)e questo è un grosso problema che porterà a grossi guai.Oggi mancano cinque minuti a mezzanotte.Nel 1953 ne mancavano solo due.Ebbene,i casi sono distinti:o la mezzanotte non arriverà ma(perchè questo concetto dell’ora X è solamente una favola per spaventare l’uomo),o la mezzanote è già arrivata,nei secoli più bui.Ma non ce ne siamo mai accorti perchè troppo occupati a creare e a distruggere.La mezzanotte non è mai stata materiale dunque,ma niente è eterno,neanche l’uomo.C’è un detto arabo che dice che il mondo poggia sulla mano del diavolo.Pare proprio che quel diavolo si sia stancato di reggerci.Ma quella mano metaforica è l’andamento del pianeta e così,disastri ambientali,la questione nucleare,le guerre,non fanno altro che indebolire quella mano che prima o poi si stancherà di tenere in mano tutto questo e farà cadere il pianeta.A furia di dire che la notte arriva il lupo nero,beh,stavolta arriverà davvero,si chiama Apocalisse!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...