Maturità 2006 e statistiche

Ancora un post con gli occhi puntati al passato (ossia maturità dell’anno appena finito) prima di proiettarsi nel prossimo anno scolastico.
Tra le righe del blog del buon Durante, si leggevan qualche tempo fa bei post a proposito dell’attuale scuola, degli esami di maturità e della percentuale di promossi/bocciati. Non sono intervenuto, non mi piacciono tante parole al vento, preferisco andare al punto e vedere i dati.

Bene… ora le statistiche ci sono, basta guardarle e leggere i riassunti, per farsi un’idea abbastanza oggettiva.

Dal comunicato del Ministero dell’Istruzione:

« Agli esami di Stato 2006 sono stati promossi novantasei candidati su cento: è questo il risultato che emerge dai dati dell’Ufficio di Statistica della Direzione generale Studi e Programmazione del ministero della Pubblica Istruzione.»
«Quanto ai voti il 20% supera brillantemente l’esame riportando una votazione tra 91 e 100 mentre è elevata la percentuale (40,4%) di quanti non superano la votazione di 70.»

« Dal punto di vista geografico gli studenti del Sud vengono promossi con maggiore frequenza, 97,5%, contro il 96,1% delle isole, il 96,4% del centro e il 96,0% del nord. E ottengono anche votazioni superiori: si diploma con 100 il 10,8% dei ragazzi del Sud contro l’8,5% dei colleghi del nord.»

La statistica non è il mio campo, ma essendo ormai all’ultimo anno delle superiori, non mi sembra che questi dati rispecchino la realtà. O quantomeno, anche questa stramba distribuzione statistica farebbe storcere il naso a molti
Ancora più interessante sono le tabelle e i grafi completi, che non riporto per motivi di spazio, ma che potete consultare qui.
Che ognuno ora tragga le proprie conclusioni…

Maturità 2006 e statistiche

3 pensieri su “Maturità 2006 e statistiche

  1. Giorgio Durante ha detto:

    Ciao.
    Non capisco la frase: “La statistica non è il mio campo, ma essendo ormai all’ultimo anno delle superiori, non mi sembra che questi dati rispecchino la realtà”. Cosa intendi dire?
    In relazione al tuo bel post, ho visto le tabelle e i grafici, che sostanzialmente confermano quello che si sapeva già a Luglio, tranne poche differenze che non mi sembrano particolarmente significative.
    Il dato fondamentale è che l’esame di Stato, se vule effettivamente essere così, deve essere svolto da commissari esterni, perché i professori che hanno giudicato uno studente per due, tre o più anni tenderanno inevitabilmente a confermare i giudizi che hanno dato in precedenza, per cui l’esito dell’esame sarà facilmente prevedibile in partenza.
    Ma il problema essenziale è un altro. La scuola non può essere autoreferenziale: un insegnante deve essere sottoposto a una verifica costante intorno al lavoro che svolge, non può fare il bello e il cattivo tempo nel corso delle sue ore di lezione. Questo è un punto che nessun Ministro, di nessuna parte politica, ha mai seriamente preso in considerazione: la qualità dell’insegnamento e, di conseguenza, dell’apprendimento. Purtroppo, in manzanza di un lavoro costante di verifica su questo che NESSUN preside conduce ormai più, l’esame svolto da esterni resta l’ultimo spauracchio per un docente che lavora alla carlona durante l’anno, regala i bei voti e poi si mette d’accordo con gli alunni sulle domande da fare all’esame (così nessuno fa brutta figura)…
    Purtroppo la realtà è questa, non ci sono statistiche che tengono.

  2. In effetti è scritto male, e si capisce tutt’altro. Non intendo che le statistiche siano truffaldine (anche se semplicemente prendendo un campione non significativo potrebbe portare a grossi errori). Quel che voglio dire è che l’esperienza quotidiana (seppur nel mio piccolo) e i giudizi che formulo personalmente sui miei compari studenti non mi sembran corrispondere con i giudizi conclusivi e con queste statistiche.
    E questo rende evidente che qualcosa che non funziona c’è.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...